Loading...

Ancora episodi vergognosi nel calcio giovanile

by sanghino
Condividi su Facebook
07 mar 2012

In queste ore le cronache locali riportano di un vergognoso episodio avvenuto ai margini di una partita di calcio giovanile.

Siamo a Grosseto, ma questo non significa niente, si affrontano la locale formazione "Giovanissimi Nazionali" con i pari età della Fiorentina, ragazzi di 15 anni insomma. La partita fila via nella normalità, nessun episodio violento fra i giocatori, nonostante il Grosseto perda nettamente non ci sono segni di nervosismo particolari. Bene così.

Prosegue...

Tags: , , , , ,

Coppa Italia Primavera: Fiorentina-Roma

by francesco
Condividi su Facebook
15 mar 2011

Senza parole. Cosa dire se non che il Popolo Viola rimane unico nel suo genere. La Fiorentina ha comunicato che alle 18 di oggi erano già stati venduti oltre 11.000 biglietti per la finale di andata della Coppa Italia Primavera.

Per l'occasione poi sono in programma iniziative che vedranno coinvolti i ragazzi come per esempio la gara di calci di rigore, ma per tutte le info vi mando al sito ufficiale della Fiorentina (qui).

Alla fine non è utopico pensare che le presenze domani allo stadio possano essere anche 14-15.000, numero impressionante per una partita del settore giovanile, non ne ho la certezza, ma secondo me sarebbe un record assoluto. Tutto questo entusiasmo è anche fonte di riflessione per quel che riguarda invece la situazione dei "fratelli maggiori", non solo della Fiorentina, ma in genere per tutta la Serie A. Parlo ovviamente della inesorabile emorragia di presenze negli stadi.

Forza ragazzi, siete il nostro futuro ma anche il nostro presente !!

Tags: , , , ,

coppa italia | giovanili | news

I campioni viola del futuro …

by francesco
Condividi su Facebook
13 nov 2009

Camporese, Carraro, Iemmello e Bagnai: i quattro viola sono rientrati oggi a Firenze, dopo l'esperienza al Mondiale Under 17 in Nigeria, concluso ai quarti di finale. Sono stati i protagonisti positivi della rassegna: dei sei gol segnati dall'Italia, cinque sono loro. Anche così allora nasce "L'Ital-viola".

[fonte Violachannel.tv]

Tags: , ,

giovanili | note

Considerazioni su Champions League e giovani promesse

by francesco
Condividi su Facebook
05 nov 2009

[fonte violachannel.tv]

Tags: ,

video week | Editoriale | giovanili | note

Il calcio giovanile

by Francesco
Condividi su Facebook
06 mar 2008

Pochi giorni fa leggevo un post di David Guetta dal titolo "Ma dove vogliamo andare" dove descrive la sua esperienza su un campo di periferia, Ponte a Niccheri, dove si disputava una gara di bambini nati nel 1995. Il caso ha voluto che ad arbitrare ci fosse un ragazzo di origini africane. David  descrive l'indecoroso comportamento tenuto dalle persone che erano sugli spalti che presumibilmente sicuramente seguivano lo Scandicci. Si parla di genitori, fratelli, zii, insomma i parenti più prossimi a quei ragazzi che stavano giocando. Per qualche motivo, forse una decisione contestata, ad un certo punto si è innescata la violenza verbale nei confronti del direttore di gara, violenza che è sfociata nel razzismo più becero. Nel mio piccolo vorrei esprimere la mia solidarietà al ragazzo offeso e chiedergli scusa per il vergognoso comportamento tenuto da questi incivili.

La Federazione ha multato lo Scandicci con una ammenda di 600 €. Fossi io un dirigente di quella società correrei anche a convocare una riunione con tutti i genitori e chiederei di essere risarcito del danno economico e di immagine.

Seguendo ormai il calcio giovanile da alcuni anni per motivi familiari non posso che unirmi al coro dei commentatori che sul blog di David hanno più volte sottolineato come sia quasi una consuetudine assistere a scene vergognose che i genitori dei bambini offrono sulle tribune, "spaccagli le gambe", "lascialo a terra", forse le frasi più tenere che si sentono. Da questo non sono esenti anche alcuni allenatori (pochi per fortuna) che troppo spesso usano sistemi e modi di dire che poco si sposano con il concetto di educazione che lo sport in genere dovrebbe trasmettere. 

Non mi trovo però d'accordo con uno di quei commentatori che lancia una sorta di accusa contro le società e la Federazione che a suo modo di vedere si dotano di "Scuole Calcio" per bambini a partire da 5/6 per rimpinzare le proprie casse e infondendo loro il principio sbagliato della ricerca della vittoria a tutti i costi. Queste affermazioni sono sbagliate nella maggioranza dei casi e a mia sensazione riguardano quasi esclusivamente le società professionistiche o semi professionistiche. Gli altri, le piccole società, quasi sempre sono sorrette da persone che ofrono il proprio tempo gratuitamente. Vorrei poi sottolineare che fino a 11/12 anni i risultati delle partite non vengono neanche certificati e non esiste una classifica proprio per impedire che da troppo piccoli ci sia come scopo solo quello della vittoria a discapito del gioco e del divertimento. Di sicuro una cosa la farei, impedirei alle società PRO e SEMIPRO di avere e gestire direttamente una loro scuola calcio. Il motivo è semplice, tendono troppo a fare "selezione", pur esistendo delle regole specifiche che obbligano lo schieramento di tutti i bambini per almeno un tempo di gioco, queste vengono aggirate semplicemente iscrivendo ai tornei e/o campionati più squadre e facendo le divisioni bravi da una parte e meno bravi dall'altra. E questo non è assolutamente ammissibile per bambini che non arrivano ai 12 anni.

Una cosa è doveroso dirla, i bambini in campo sono sempre migliori dei genitori sugli spalti, non fanno quasi mai fatica ad ammettere un fallo laterale oppure ad andare a soccorrere un compagno o avversario rimasto a terra. E poi ci stupiamo se sui campi di Serie A accadono delle tragedie ...

Per lo sport, per il calcio, Forza Viola !! 

Tags: , ,

Editoriale

Il vero calcio

by Admin
Condividi su Facebook
12 feb 2008

A me il calcio piace, vederne, parlarne ed un tempo anche praticarne. Sono andato allo stadio per dieci anni, poi con l'arrivo della famiglia ho smesso, oggi mi piacerebbe tornarci con i figli e qualche volta l'ho pure fatto, ma è troppo complicato. La Fiorentina ed il calcio professionistico in genere me lo guardo in tv, ma non per questo ho perso il gusto di vivere le pertite, ogni fine settimana sono cui campini di periferia con i bimbi. Uno spettacolo. Certo non si vedono le "finezze" del fuoriclasse, ma in compenso c'è molta più sportività, impegno e spontaneità.

Le partite dei dilettanti sono appassionanti forse più della Serie A, quelle dei bambini in particolare sono bellissime, ve lo consiglio, se avete un nipote oppure no, andate in qualche campetto di periferia a gustarvi il vero sapore del calcio, quello vero. Mi raccomando però, scegliete una squadra piccola, le società professionistiche o semi-professionistiche riescono a rovinare anche questo mondo.

Forza Viola !! 

Tags: , ,

Editoriale

Powered by BlogEngine.NET 2.8.0.0
Theme by Mads Kristensen Adattato da Francesco Mori
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Chi Sono ...

Ovviamente un tifoso Viola. Dalla nascita.

Sono un "ragazzo" di quasi 40 anni, sono un informatico e l'unione di queste due passioni hanno portato alla nascita di questo blog (tra pochi mesi festeggerò il quinto compleanno !).

Non cercate qui le informazioni dell'ultimo momento, non sono un giornalista, semmai fatemi compagnia nel commentare tutto quello che accade intorno alla Fiorentina.

E, ricordate, il Popolo Viola siamo NOI !! Tutti gli altri sono impostori

Agli amici consiglio

RecentPosts

RecentComments

Commenti RSS

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché non viene aggiornato con periodicità regolare. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scrtto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Le opinione espresse qui rappresentano il mio personale punto di vista e di eventuali collaboratori e non rappresentano in nessun modo l'opinione della Società ACF Fiorentina SpA e sue collegate.

© Copyright 2011